Scuola: si riparte a Settembre

0
116

Si sono verificati nei giorni passati degli scontri tra il governo, nella forma di Lucia Azzolina, ministro dell’Istruzione, e i sindacati Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals e Gilda riguardo la riapertura delle scuole. Secondo i sindacati non ci sono ancora le condizioni adatte per la riapertura.

Ma Azzolina non si trova d’accordo a riguardo, infatti, ha annunciato che la riaperture delle scuole avverrà normalmente il 14 settembre, escludendo, ovviamente, un nuovo lockdown. Secondo i sindacati ripartire in questa data è poco sicuro, in quanto il tempo non basterebbe per mettere in sicurezza tutti gli istituti, oltre che ad essere a livello economico molto dispendioso.

Nel corso della conferenza stampa “La scuola si fa a scuola”, organizzata proprio dai sindacati citati precedentemente, si è parlato proprio di questa questione, e i pareri risultano essere molto contrastanti. Secondo alcuni, come ad esempio, Francesco Sinopoli, Flc Cgil Scuola, ora come ora non ci sono le condizioni adatte per la ripartenza in modo sicuro, ci sono molte misure di sicurezza da mettere in atto, e il tempo sembrerebbe non essere sufficiente per la data stabilita.

Oltre alla mancanza di tempo, mettere in sicurezza tutti gli istituti scolastici, sarebbe anche molto dispendioso a livello economico, a tal proposito i fondi che il governo offre dovrebbero portare all’assunzione di 56mila docenti e 16mila Ata per un periodo di 10 mesi.